Ne Zha – Il ragazzo più insolito della mitologia cinese

Come tutti i ragazzi, Ne Zha nacque dal grembo di sua madre. Qui, tuttavia, finisce la somiglianza di Nezha con la maggior parte dei ragazzi.

Pur non essendo noto a molti in Occidente, per i cinesi, Nezha è stato un nome familiare per secoli. Compare dappertutto dalla mitologia alla musica techno, dai film popolari ai romanzi classici come Investitura degli Dei e Viaggio in Occidente.

Secondo la leggenda, tutto è iniziato 3.000-4.000 anni fa, durante la dinastia Shang nel nord-est della Cina. Un comandante militare, Li Jing, attendeva con ansia la nascita del suo terzo figlio. Ed era in ansia a ragione: la gravidanza di sua moglie era durata tre anni e sei mesi.

La notte prima di andare a lavoro, sua moglie, Lady Yin, sognò di vedere un immortale taoista che sventolava la sua frusta magica su tutta la sua pancia. Le chiese di accettare il bambino che le era stato affidato e di chiamarlo “Ne Zha”.

Il giorno dopo, Lady Yin partorì una grande palla rotonda di carne. Scioccato e deluso, suo marito sospettò che tale anomalia fosse demoniaca e estrasse la sua spada. Iniziò a colpire la massa di carne, facendo a pezzi la superficie e rivelando, con sua sorpresa, un maturo e vivace bambino – Ne Zha.

Poco dopo, un immortale taoista arrivò e si offrì di prendere il ragazzo come suo discepolo. Entrambi i genitori acconsentirono e il taoista conferì in seguito a Nezha uno strumento magico – la Ruota Cosmica (qian kun lun).

Ne Zha fa infuriare il Drago malvagio

L’estensione degli straordinari poteri di Ne Zha si sarebbe presto rivelata. In una giornata molto calda, Ne Zha, desideroso di rinfrescarsi, andò a fare il bagno in un fiume vicino. Ancora ignaro del potere posseduto dal suo strumento magico, prese la sua Ruota Cosmica – con la forma di un hula-hoop di dimensioni medie ma più pensante di una qualsiasi cosa un mortale potrebbe alzare – e iniziò a farla girare, per finire causando forti scosse nelle profondità dell’oceano.

Le scosse provocate da Ne Zha fecero tremare il palazzo sottomarino del Re Drago del Mare dell’Est. Ciò fece infuriare il Re Drago. Ordinò ad uno dei suoi esploratori di scoprire chi o che cosa aveva provocato le scosse.

Trovando che Ne Zha, un semplice ragazzo, era il colpevole delle buffonate, l’esploratore credette di ucciderlo con facilità. Con un colpo di Ruota Cosmica, tuttavia, Ne Zha uccise l’esploratore. Venendo a saperlo, il Re Drago mandò il suo figlio prediletto ad affrontare Ne Zha. Ne Zha uccise anche lui.

Travolto dalla rabbia, il Re Dragone promise di denunciare i crimini di Ne Zha all’imperatore di Giada – supremo sovrano dei Cieli e dei regni mortali. Ne Zha, tuttavia, arrivò ai cancelli dell’imperatore di Giada prima del Re Drago e, usando il potere dell’invisibilità datogli dal suo maestro, prese di sorpresa il Re Drago e lo servì con giro di colpi prima che potesse vedere l’imperatore di Giada.

Forse ciò che ha reso Ne Zha così amato, a parte i suoi poteri inverosimili, è l’esuberante e giocoso personaggio di questo eroe popolare che si sottrae all’invecchiare. Infine, personaggi come Ne Zha ci rendono partecipi del Paese delle meraviglie, un mondo dove gli orizzonti delle possibilità umane si ampliano, sempre per il meglio.